Cerca
  • Daniele Merlo

Fibrillazione Atriale...quando il Cuore perde il Ritmo!


Il nostro Cuore batte regolarmente seguendo il suo Direttore d'Orchestra, una struttura chiamata Nodo del Seno, che svolge l'attività di Pacemaker/Segnapassi. Il Nodo del Seno invia regolarmente l'impulso a tutto il Cuore, attraverso il Sistema di Conduzione, che altro non è che un sistema di piccoli fili elettrici che conducono l'impulso a tutte le camere cardiache.

Cos'è la Fibrillazione Atriale?

E' l'Aritmia Cardiaca più frequente che si caratterizza per la perdita della normale funzionalità del Nodo del Seno, che viene sostituita da un'attività caotica e molto frequente a livello atriale, che in maniera disorganizzata e con frequenza variabile viene condotta ai ventricoli.

Perchè compare la Fibrillazione Atriale?

La prevalenza della patologia aumenta con l'aumentare dell'età e un altro importante fattore predisponente è l'Ipertensione Arteriosa. La Fibrillazione Atriale può comparire durante il decorso di altre patologie che colpiscono il Cuore, come le patologie valvolari o la cardiopatia ischemica o lo scompenso cardiaco. Tra le patologie non cardiache che possono condurre alla Fibrillazione Atriale rientrano sicuramente le patologie della Tiroide. Tuttavia la Fibrillazione Atriale spesso si verifica in un Cuore sano, in assenza di fattori predisponenti.

Quali sono i sintomi della Fibrillazione Atriale?

La Fibrillazione Atriale può decorrere in maniera asintomatica e la diagnosi può avvenire durante una visita medica o per l'esecuzione di un elettrocardiogramma di routine. I sintomi della Fibrillazione Atriale dipendono dalle conseguenze emodinamiche che determina, perchè il Cuore non lavora nel migliore dei modi, e dalla frequenza cardiaca spesso elevata. Altri sintomi sono: vertigini, sudorazione, malessere generale e astenia.

Come posso accorgermi della Fibrillazione Atriale se spesso è asintomatica?

Occorre controllare il proprio polso radiale e valutare se i battiti si avvicendano in maniera regolare. Qualora cioè non avvenisse occorre eseguire in tempi brevi un elettrocardiogramma, che rappresenta l'esame principale per la diagnosi di Fibrillazione Atriale.

Perchè la Fibrillazione Atriale è pericolosa?

La Fibrillazione Atriale, oltre alle conseguenze emodinamiche, se non trattata tempestivamente e in maniera adeguata, può portare alla formazione di coaguli o trombi nel Cuore, da cui possono migrare verso il Cervello determinando la comparsa dell'Ictus Ischemico. La Fibrillazione Atriale determina circa il 25% di tutti gli Ictus Ischemici.

Cosa prevede la terapia della Fibrillazione Atriale?

Si interviene con la terapia farmacologica o con l'ablazione trancatetere per controllare la frequenza cardiaca e per ripristinare il normale ritmo del Cuore. Si utilizzano inoltre i farmaci anticoagulanti per evitare la formazione di emboli e prevenire l'Ictus Ischemico.


53 visualizzazioni

Studio Medico Merlo

Viale Garibaldi 2/c Ribera (Agrigento)

Tel.: 3335052488

e-Mail: daniele2312@hotmail.it

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Instagram Social Icon

Copyright 2017 Dr.Daniele Merlo - P.IVA 02858780840